CIVATE – LC

IN QUESTO PERIODO DI EMERGENZA SANITARIA L’ACCESSO ALL’INTERNO DELLE CHIESE NON E’ POSSIBILE E LE VISITE SONO SOSPESE

Il complesso benedettino di S. Pietro al Monte in Civate è senza dubbio uno dei complessi abbaziali più interessanti della nostra provincia e dell’intera Lombardia, meta di notevole interesse storico, artistico, religioso.

Situato a 662 metri sul livello del mare, lo si raggiunge dal paese di Civate in un’ora circa di cammino tramite un sentiero ciottolato di montagna che nell’ultima parte sale a gradoni, percorribile solo a piedi con scarpe comode o scarponcini (2,5 km circa /dislivello 400 m ).

San Pietro al Monte è inserito dal 2016 nella Tentative List dell’Unesco come patrimonio dell’umanità, nell’ambito del sito seriale Il paesaggio culturale degli insediamenti benedettini dell’Italia medievale“.

L’Associazione Amici di San Pietro, nata nel 1975, raccoglie un gruppo di volontari che collaborano alla conservazione del complesso monumentale della basilica di San Pietro al Monte e dell’Oratorio di San Benedetto e all’accoglienza dei visitatori. Fondatore dell’Associazione è stato Don Vincenzo Gatti, membro della comunità religiosa della famiglia Beato Angelico, che ha coordinato per oltre cinquant’anni i restauri del complesso abbaziale, offrendo oltre alla sua competenza artistica anche una testimonianza di vita spirituale secondo lo spirito benedettino.
Questo sito internet vuole essere uno stimolo per venire a scoprire, a conoscere  e a studiare questo luogo affascinante.

I testi riportati sono tratti liberamente da Un monastero sulla montagna di Carlo Castagna e da Itinerario d’arte nel comune di Civate di Francesca Mauri, ed. Comune di Civate, 2004. Fotografie a cura dell’Associazione Amici di S. Pietro.